fbpx
Nessun uomo è un’isola
29 Marzo 2021
La raccolta itinerante di Mohamed
8 Aprile 2021

E TU, CHE TIPO DI TREKKER SEI?

Il periodo storico particolare, numeri alla mano, ha sicuramente registrato un aumento notevole dei camminatori in tutta Italia.

Il turismo di prossimità, compiuto a piedi e dunque ad un ritmo più lento del solito,  ha sviluppato nuove prospettive turistiche un po’ ovunque. L’emergenza pandemica è stata un’acceleratrice del processo, ma va detto anche che negli ultimi anni l’attenzione verso il trekking stava già conoscendo una crescita.
Il mondo iper frenetico in cui si innestano le vite di molti, le agende ricche di impegni, le tempistiche risicate e i continui rumori che ci circondano, danno spazio ad una necessità di libertà primordiale. Questa può essere riconquistata facilmente lungo un sentiero. Per dirla in altri termini, è un po’ come se ci fosse bisogno di fare detox dalla modernità, imponendoci di staccare per qualche giorno e abbandonarci alle frequenze della natura.

Dopo questa breve riflessione introduttiva, andiamo un po’ ad identificare quattro tipologie di trekker principali. Quattro figure caratteristiche nelle quali potreste riconoscervi in parte o del tutto.

E tu, che tipo di trekker sei?

PLANNER

Lo sono coloro che vogliono avere tutto sotto controllo fin dai giorni precedenti al trekking. Dalla logistica allo studio delle mappe, dalle razioni alimentari alle condizioni meteo. Averli in un gruppo di cammino risulta senza ombra di dubbio comodo, ma a volte ci si chiede se siano in grado di rilassarsi durante queste esperienze.

THOREAU

Henry David Thoreau è stato uno scrittore di successo americano, conosciuto soprattutto per il libro “Walden ovvero Vita nei boschi”, all’interno del quale descrive il suo approccio alla natura e al cammino. La sua voglia di tranquillità e i suoi sentimenti da pacifico sognatore, lo hanno portato a vivere sostanzialmente da eremita per due anni della sua vita.
Il “Thoreau” è dunque un trekker che guarda alla sostanza più che alla forma. Non gli interessa arrivare in cima a un monte, gli basta stare all’aria aperta. Non vuole arrivare ad una meta precisa, gli basta divertirsi insieme ad altri e camminare tranquillo. Fosse per lui, si fermerebbe già alla prima radura con vista panoramica, ma non per pigrizia.
Non è assillato da tempi da rispettare e velocità, ma si abbandona alla serendipity (def. : indica l’occasione di fare felici scoperte per puro caso e, anche, il trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne stava cercando un’altra).

Monti Tatra – Polonia

P1799179

Isole Canarie – GR131

P1155130

FORREST GUMP

Lo sono coloro che dall’inizio del sentiero hanno come unico pensiero l’arrivo sulla vetta nel minor tempo possibile. Ogni pausa acqua viene consumata quasi con dispiacere, le soste per pranzare possono essere prese in considerazione soltanto una volta che si è vicini alla meta, non prima. Il ritmo di ascesa si mantiene alto e costante. Se si trova insieme a un gruppo di trekker della stessa categoria, l’affiatamento può diventare contagioso per tutti.
Viceversa, il Forrest Gump può risultare irritante agli occhi di chi si vuole godere maggiormente il percorso. 

ESPERIENZIALE

Gli esperienziali sono coloro che sentono l’esigenza di non doversi perdere nulla del tragitto, unendo il “carpe diem” con una sana dose di entusiasmo. Può esserlo sia un neofita della montagna che un trekker di lunga data ed esperienza provata.

Ogni fonte d’acqua potabile in cui ci si imbatte deve essere assaggiata, ogni scorcio panoramico merita una fotografia ai suoi occhi, ogni animale selvatico (o le sue relative tracce) avvistato lungo il cammino diventa subito un elemento clou della giornata. Il suo umore si attesta di solito su livelli alti, indipendentemente dalle condizioni climatiche e dagli sforzi necessari per arrivare a destinazione. All’interno di un gruppo di cammino, la sua presenza può aiutare lo spirito generale, come innervosirlo, a seconda della situazione.

Catena delle Dolomiti – Italia

Dolomiti

Jurassic Coast – Inghilterra

Jurassic Coast (Inghilterra)

Oltre a loro, sono certo che vi sarà facile arricchire il vostro campionario personale con altre figure.

Il bello del cammino è che si tramuta in una palestra a cielo aperto, adatta ad ogni sorta di personalità. Sta a voi non perdere le occasioni per lanciarvi in qualche avventura che vi faccia sentire vivi. Non c’è da aspettare!

 

Pietro Buatier